Pubblicato il: venerdì 18 Novembre, 2016

Approvato il finanziamento per la galleria artificiale della frana del Ruinon

frana del ruinonQuesta mattina la Giunta Regionale ha approvato la proposta per il finanziamento di una galleria artificiale da realizzarsi nella zona della frana del Ruinon in Valfurva. L’intervento, del cospicuo importo di 4,5 milioni di euro, è il completamento delle opere già programmate a mitigazione della S.P. n. 29 del Gavia. Si tratta di una soluzione definitiva che consentirà finalmente la messa in sicurezza della strada provinciale interessata
assiduamente dal pericolo di colate di materiale detritico e di fenomeni franosi, che negli ultimi tempi, per troppe volte, la Provincia è stata costretta a chiudere al transito, causando disagi alla popolazione locale e a coloro che erano intenzionati a raggiungere la località di Santa Caterina.

Il finanziamento dell’intervento a protezione della SP29, rientra nell’ambito del ‘Piano per la difesa del suolo e il riassetto idrogeologico della Valtellina e delle adiacenti zone delle province di Bergamo, Brescia, Como’ e interessera’ il Passo del Gavia, in Valfurva, che funge da fondamentale collegamento tra la provincia di Sondrio e la provincia di Brescia

“Esprimo molta soddisfazione per il provvedimento adottato – ha detto il presidente della provincia Luca Della Bitta – E’ un risultato che nasce dal lavoro corale dei diversi Enti coinvolti, dal Comune alla Comunità Montana, alla Regione, e nel quale la Provincia ha avuto un ruolo importante. Ci siamo impegnati, attraverso un tavolo di lavoro, per raggiungere in tempi rapidissimi questo obiettivo. Ritengo che questo sia un forte segnale di attenzione da parte della Provincia al suo territorio, che ha dimostrato, ancora una volta, la capacità di trovare e condividere soluzioni efficaci. Ci siamo mossi con la volontà di dare sicurezza al nostro territorio e dare risposte puntuali alla preoccupazione e ai disagi dei cittadini, degli operatori economici della Valfurva e di tutta l’Alta Valle, affinchè non sia compromessa la vocazione turistica del territorio. L’impegno è ora di procedere con la stessa rapidità alla realizzazione di quanto previsto.”

Commenti

commenti

Informazioni sull'Autore