Pubblicato il: martedì 5 Luglio, 2016
Al via "In viaggio sulle Orobie"

Valfurva tra ghiacci e memorie

valfurvaAi piedi della favolosa Val Zebrù e delle selvagge valli del Forno, fino all’omonimo ed esteso ghiacciaio, un viaggio che è il percorso prima ancora che la meta. Dal 6 al 10 luglio 17 intrepidi escursionisti parteciperanno alla quarta edizione di «In viaggio sulle Orobie» attraversando la Valfurva: Matteo, Tresero, Vioz, Gran Zebrù, Ortles, cime simbolo dell’alpinismo italiano e non solo.

Un percorso di animi e di storie, di racconti e riflessioni, guidate dalle penne, dagli scatti, dalle parole sapienti e appassionate del professore di filosofia Dimitri D’Andrea, del direttore dei programmi di Radio Popolare Claudio Agostoni, del fotografo e giornalista Umberto Isman, del musicista Martin Mayes, della documentarista Alessandra Locatelli, dell’attore Stefano Panzeri e della giornalista e blogger Simonetta Radice. Un itinerario impossibile da resistere per sportivi del calibro della super campionessa di sci Deborah Compagnoni, dell’alpinista Marco Confortola, della guida alpina Giulio Beggio, degli scalatori Hervè Barmasse, Annalisa Fioretti e del grande Mario Curnis, decano degli arrampicatori orobici e ormai presenza abituale dell’iniziativa. Insieme, viaggeranno attorno al Confinale, dalla Val Cedec alla Val Zebrù, con i ghiacciai in ritirata eppure sempre spettacolari. Anfiteatri di roccia e cielo, tra impervi ghiaioni e creste affilate. Un viaggio per veri appassionati, sostando nei rifugi Forni, Branca, Pizzini e V alpini, vere e proprie icone delle terre alte.  E, a “sfamare il gruppo”, lo chef orobico Michele Sana che cucinerà il pasto del soldato, basandosi su ingredienti poveri ma sostanziosi.

valfurvaIl viaggio è organizzato dalla rivista Orobie con il contributo di Fondazione Credito Bergamasco, Italcementi Group, Oriocenter e, in collaborazione con Garmin Italia, il Collegio delle Guide alpine lombarde, l’Unione bergamasca Cai, l’agenzia Spiagames e numerose realtà locali, tra cui il Comune e la Pro Loco di Valfurva, la Comunità montana dell’Alta Valtellina, i rifugi Forni, Pizzini, V Alpini, lo Sport Hotel di Santa Caterina Valfurva e il Cai Valfurva. Preziosa, in particolare, la collaborazione con il Parco dello Stelvio, che organizzerà escursioni aperte a tutti fino ai rifugi toccati dal Viaggio.

Commenti

commenti

Informazioni sull'Autore