Pubblicato il: martedì 28 Luglio, 2015

Grandioso concerto di mezza estate all’Aprica [photogallery]

All’Aprica, sabato sera, è andato in scena uno dei più memorabili eventi musicali di sempre. Forse più di mille persone, assiepate in ogni spazio disponibile del santuario di Maria Ausiliatrice, qualcuno anche in piedi, ha seguito e molto apprezzato il concerto dell’OrchestraGaetano Donizetti di Gessate, integrata dall’omonima Corale.
Il maestro Pierangelo Pelucchi ha diretto con delicato piglio i circa cento elementi nell’esecuzione – nell’ordine – dell’Ouverture da Le Nozze di Figaro, Ave verum corpus e i quattro movimenti Introitus, Kirie, Diesire e Lacrimosa da Messa di Requiem di Mozart; Sinfonia daGazza ladra e Dal tuo stellato soglio di Rossini; Sinfonia da Norma, Casta Diva e Finale primo atto di Bellini. Certo grandi e celeberrime musiche, ma che dalle nostre parti non è così frequente sentire, specie eseguite da cotanti musici.
Prima del bis finale (Alleluja di Händel), il sindaco Carla Cioccarelli e il vicesindaco Bruno Corvi hanno chiamato al proscenio e omaggiato di una pergamena offerta dal Comune i famigliari dei caduti aprichesi della Grande Guerra, nel centenario dell’inizio del grande sconvolgimento. Ne è seguita l’esecuzione di uno dei pezzi più belli della musica patriottica italica, La leggenda del Piave. Consensi entusiastici soprattutto per la soprano Gabriella Locatelli, omaggiata alla fine del concerto con un mazzo di fiori ordinato dagli Amici del Loggione della Scala, oltre che da quello del vicesindaco e assessore al Turismo Corvi. Riservata anche a quest’ultimo, principale fautore dell’evento, un’ovazione finale.

Commenti

commenti

Informazioni sull'Autore