Pubblicato il: lunedì 30 gennaio, 2017
Il cross parla ancora valtellinese

Tripletta nel femminile al cross di Arcisate

Leoni ottimo terzo tra gli uomini

La prima prova dei Campionati di Società di Cross, tenutasi ad Arcisate, ha visto sfidarsi alcuni tra i migliori interpreti lombardi della corsa campestre, su un terreno duro e sconnesso, a tratti imbiancato dalla neve; grandi sfide anche nelle categorie giovanili, che gareggiavano per il Trofeo Lombardia e il “Memorial Volpi”

La Manifestazione è stata orchestrata in modo perfetto, come ormai avviene da diversi anni, dalla società di casa, il GS Miotti Arcisate. Era inoltre presente sul campo gara il campione europeo, mondiale ed olimpico dei 10000 Alberto Cova, interessato particolarmente alla gara Seniores/Promesse femminile, nella quale ha corso la figlia Elisa, in forza al CUS Pro Patria Milano.

Nella gara priva dello specialista della corsa in montagna Alex Baldaccini, è David Nikolli (Cento Torri Pavia) a sorprendere tutti e a centrare il successo in 32:26 sui 10 km del percorso varesino; il classe ’94 di origini albanesi, fresco vincitore del titolo regionale Assoluto sui 3000  indoor a Padova (8:20.90), ha iniziato con la corsa a livello agonistico solo la scorsa estate e il suo 2017 è partito con i fuochi d’artificio. Nikolli deve però vedersela con un Nadir Cavagna (Atl. Valle Brembana) in ottimo stato di forma: l’atleta bergamasco, all’ultimo anno nella categoria Promesse, taglia il traguardo al secondo posto in 32:40, dopo un duello durato per ben più di metà gara. Nella volata per il terzo posto, Marco Leoni (CSI Morbegno, 32:53) precede l’atleta al primo anno Promesse Hicham Kabir (Atl. Valle Brembana, 32:55). Quinto posto per Luca Magri (La Recastello Radici Group, 33:01), settima piazza (dietro anche a Pietro Sonzogni/Runners Bergamo) per il maratoneta Giovanni Gualdi (Corrintime). Nonostante la defezione di Baldaccini, è l’Atletica Valle Brembana a guidare la classifica a squadre, davanti a CS San Rocchino e G. Alpinistico Vertovese.

Le attese della vigilia per una gara ricca di emozioni sono state ampiamente rispettate. Sin dalle battute iniziali dei 7 km si compone un terzetto con tre specialiste della corsa in montagna: Elisa Desco (Atl. Alta Valtellina), Alice Gaggi(La Recastello Radici Group) e Roberta Ciappini (CSI Morbegno) sono sicuramente a loro agio su un percorso ricco di strappi e di irregolarità come quello di Arcisate. Nella seconda parte di gara Desco riesce a fare la differenza e va a vincere in 25:54. Il secondo posto va a Gaggi (vicecampionessa europea lo scorso anno ad Arco) in 26:07; si accontenta del bronzo Roberta Ciappini, azzurra ai recenti Europei di cross di Chia e prima U23 al traguardo dopo una gara che la vede combattere con due campionesse di fama internazionale. Seguono a distanza Silvia Radaelli (Bracco Atletica, 26:57) e Simona Milesi (Atl. Valle Brembana, 27:22): tra il sesto e l’ottavo posto si piazzano nell’ordine un’altra specialista della montagna come Samantha Galassi (La Recastello Radici Group), la campionessa europea Master Elena Begnis (Miotti Arcisate) ed Elisa Cova (CUS Pro Patria Milano).

È l’Atletica Alta Valtellina, detentrice del titolo italiano di società 2016, a comandare la classifica a squadre, nonostante l’assenza di due forti atlete come Collinge e Bellotti, ai box per infortunio. Seguono a ruota La Recastello Radici Group e il CUS Insubria Eolo.

Commenti

commenti

Informazioni sull'Autore