Pubblicato il: sabato 28 gennaio, 2017
I disagi dovrebbero diminuire

Del Barba ha interrogato il governo sui disservizi postali

“Nei giorni passati con diversi altri colleghi abbiamo interrogato il Ministero dello Sviluppo economico in merito ai disservizi nella consegna della posta in molti nostri comuni.” ha comunicato in una nota il senatore Mauro Del Barba. “Partendo dalle legittime preoccupazioni di moltissimi cittadini abbiamo dunque richiamato Poste italiane al rispetto di un corretto e adeguato servizio di distribuzione postale su tutto il territorio nazionale, e non solo nei centri urbani maggiori. Si tratta di un servizio essenziale per i cittadini e le attività produttive: in queste settimane abbiamo visto che i problemi della consegna della posta si stanno accentuando con grave danno per moltissimi cittadini, in particolare per coloro che abitano in zone di montagna.”

“Il Governo, attraverso le parole del sottosegretario Antonio Giacomelli, ci ha assicurato che è in corso un incremento temporaneo del personale delle Poste per lo smaltimento dell’arretrato esistente, in vista di un più compiuto riassetto dell’organizzazione complessiva.” ha dichiarato il senatore morbegnese. “Sappiamo che Poste italiane sta vivendo una fase positiva per quanto riguarda i conti, che consentirebbe di effettuare scelte volte a garantire una piena accessibilità e una migliore qualità del servizio. Certamente ci sono delle sfide di modernità e globalizzazione da affrontare, ma non è corretto scaricare i disagi sui cittadini: per questo motivo è importante che i miglioramenti organizzativi siano messi in campo nel più breve tempo possibile.”

“Il sottosegretario Giacomelli ha inoltre garantito la piena disponibilità sua e del Governo ad ascoltare le esigenze dei territori cercando le migliori soluzioni per garantire un servizio efficiente.” ha concluso l’esponente del Partito democratico. “Dobbiamo anche ricordare che il Parlamento europeo, con la direttiva 97/67/CE, ha dato precise indicazioni sui principi di “accessibilità e di alto livello” indicando il limite minimo di 5 giorni di consegna a settimana per i servizi postali dei Paesi membri: i cittadini e le imprese hanno diritto ad avere un servizio adeguato. Con i colleghi del Partito democratico continueremo a vigilare su quanto verrà portato avanti, sollecitando iniziative e soluzioni per ottenere, in tempi più rapidi rispetto a quelli prospettati, un reale miglioramento di efficienza del servizio postale.”

Commenti

commenti

Informazioni sull'Autore